L'Occhio del Regista Archivi - Black Mària
lunedì, agosto 21, 2017
Black Mària

Browsing the "L’Occhio del Regista" Category

Quentin Tarantino – La sottile arte dell’omaggio

Il fatto che Quentin Tarantino sia un cinefilo ossessivo è ben noto. Ma l’amore del regista per il cinema va ben oltre e lo si può vedere attraverso i suoi film: i lavori del regista sono stracolmi di omaggi e riferimenti [...]

marzo 3, 2017 L'Occhio del Regista

Heart of Coppola – Un omaggio al cinema di Francis Ford

Il padrino, La conversazione, Il padrino parte II, Apocalypse now, Il padrino parte III, Dracula di Bram Stoker, e tanti altri; un oscar alla miglior sceneggiatura originale per Patton, generale d’acciaio nel 1971, due alla miglior sceneggiatura non originale per Il padrino [...]

luglio 27, 2016 L'Occhio del Regista

Il cinema secondo Tim Burton – L’influenza dell’espressionismo tedesco

Anni ’20. Dopo la prima guerra mondiale, il cinema americano prende il controllo del mercato mondiale, diventando il cinema più richiesto e il più remunerativo sia in patria che all’estero. L’europa, scossa dalla guerra e ancora in fase di ricostruzione [...]

luglio 16, 2016 L'Occhio del Regista

C’era una volta Sergio Leone

“Il cinema deve essere spettacolo, è questo che il pubblico vuole. E per me lo spettacolo più bello è quello del mito. Il cinema è mito.” Riconosciuto universalmente come uno dei più importanti registi della storia del cinema, particolarmente noto per [...]

luglio 14, 2016 L'Occhio del Regista

Il cinema secondo Tarantino – Violence, motherfuckers!

“adoro la violenza nel cinema! Dagli spaghetti western ai film di samurai, dai film cinesi di arti marziali al filone di vendetta all’horror, la violenza mi eccita.” Le iene, Pulp fiction, Kill bill, Bastardi senza gloria e tutti gli altri: [...]

luglio 13, 2016 L'Occhio del Regista

Il cinema secondo Aronofsky – L’arte del suono

Forse il nome di Darren Aronofsky non dirà nulla ai più, ma alcuni dei suoi film più famosi sicuramente sì: Requiem for a dream, The wrestler, Il cigno nero. Il suo stile si caratterizza per il montaggio estremamente serrato di inquadrature [...]

luglio 13, 2016 L'Occhio del Regista

Il cinema secondo Ingmar Bergman – Specchi

Adesso io sono un lago. Su me si china una donna cercando in me di scoprire quella che lei è realmente. Poi a quelle bugiarde si rivolge: alle candele o alla luna. Io vedo la sua schiena e la rifletto [...]

luglio 13, 2016 L'Occhio del Regista

Il cinema secondo Hitchcock – Occhi

“C’è qualcosa di più importante della logica: l’immaginazione” Londra, film muti, il sonoro, le spy stories. L’America, Rebecca, la consacrazione. Piano sequenza, 70 inquadrature in 45 secondi, i macguffin, la vertigine, le soggettive, le apparizioni sullo schermo, il maestro del [...]

luglio 13, 2016 L'Occhio del Regista

Il cinema secondo Yasujirō Ozu – vicoli e corridoi

“La cosa più simile al paradiso che abbia mai incontrato è il cinema di Ozu“. (Wim Wenders)   Chi sia stato Yasujirō Ozu lo si può comprendere meglio dai suoi film che dalla sua scarna biografia. I suoi primi film [...]

luglio 12, 2016 L'Occhio del Regista

Il cinema secondo Kubrick – One-point prospective

“Odio che mi si chieda di spiegare come “funziona” il film, cosa avevo in mente e così via. Dal momento che si muove su un livello “non-verbale” l’ambiguità è inevitabile. Ma è l’ambiguità di ogni arte, di un bel pezzo [...]

luglio 7, 2016 L'Occhio del Regista