Ralph Spaccatutto - È davvero così sbagliato essere diversi? - Black Mària
martedì, febbraio 13, 2018
Black Mària

Ralph Spaccatutto – È davvero così sbagliato essere diversi?

” In fondo non mi serve una medaglia per sentirmi buono. Perché se quella ragazzina mi vuole bene… tanto cattivo non posso essere, no? “

La strategia vincente della Disney è sempre stata semplice: scegli un tema importante per la condizione umana, un tema che tocchi le corde di ogni bambino piccolo o cresciuto, e inseriscilo in un  contesto apparentemente incongruente.

Allo spettatore arriva l’idea fortissima che le risposte ai propri dubbi, le carezze per i propri dolori si possano trovare in luoghi inaspettati e questo rende il messaggio potentissimo a livello educativo.

In questo filone si inserisce perfettamente Ralph Spaccatutto, film del 2012 diretto da Rich Moore, ennesima rinascita disneyana a livello creativo.maxresdefault (1)

Che ruolo ci impone la società? Quanto resta nascosto delle nostre potenzialità dietro il ruolo che accettiamo? 

Ralph e’ un cattivo dei videogames condannato a distruggere tutto, nemesi di Felix con il potere di aggiustare tutto. E qui primo spunto di riflessione sociale: chi aggiusta la forma prevista è socialmente accettato e amato, chi distrugge gli schemi è reietto e costretto a dormire sui cocci del proprio destino. Pugno forte! Siamo realizzati solo se assecondiamo i dettami sociali?

Ralph non accetta la sua condizione, partecipa a gruppi di recupero, prova ad adeguarsi, ma non riesce, vorrebbe essere un eroe per un giorno, amato da tutti… chi di noi non lo vorrebbe?

Cambia gioco, rompe le regole, distrugge gli stereotipi e il mondo va in tilt! I suoi movimenti apparentemente distruttivi di un mondo in equilibrio precario, scoprono le ipocrisie nascoste del sistema e generano incontri.

In un luogo in cui è necessario distruggere per creare il cambiamento, Felix scopre i limiti del suo talento.

 

 

Poi compare Vanellope, un glitch del gioco, un bug del sistema, mal funzionante e difettosa. Ma è veramente così? Un’altra reietta che in Ralph trova uno specchio. Alcune personalità in coppia alimentano il disastro ed altre si illuminano a vicenda. Questa la magia e la follia dell’Amore.

E quanta rivoluzione politica risiede nel personaggio di una principessa che rifiuta il suo ruolo instaurando una repubblica democratica? In un videogame? In un film per bambini?

Le pecore nere sono la vera risorsa per il cambiamento, la ricerca della natura di compensare l’ipocrita perfezione dei ruoli prestabiliti.

A questo punto aspettare il viaggio di Vanellope e Ralph nelle sconfinate città di Internet nel sequel (in uscita nel 2018) sarà tempo utile per distruggere un po’ di schemi mentali.

 

Facebooktwitter

About The Author

Se avessi una finestra sul cortile da cui poter vedere i fiori d'acciaio crescere sotto l'albero della vita e, volgendo lo sguardo in su, scorgere il cielo per dar vita al mio atlante delle nuvole, sarei il Topolino più felice del mondo.