#Nerdtips - In caso di invasione aliena, leggere qui! - Black Mària
mercoledì, settembre 20, 2017
Black Mària

#Nerdtips – In caso di invasione aliena, leggere qui!

Praticamente fin dall’inizio della storia del cinema, il tema delle invasioni aliene è stato usato in un po’ tutte le salse nel genere fantascientifico, lo abbiamo visto burlato in Mars attack, esplosivo e adrenalinico in Indipendence Day, angosciante e pieno di suspense in Signs, e così via.

Ma quello che proviamo a chiederci oggi è: come fare a sopravvivere ad un invasione aliena? O meglio: posto che gli alieni sono cattivi e ci vogliono male (perché se fossero buoni sarebbe tutto facilissimo), allora come farebbe un comune mortale a sopravvivere?

Dopo vari studi ed interviste a chi è sopravvissuto (jk) ho stilato una lista di consigli che potrebbero aiutarci a superare egregiamente una crisi di questo tipo:

 

  • Prima di tutto sarebbe utile fare uno studio, o comunque un’osservazione del comportamento e dei luoghi prediletti dagli extraterrestri: si muovono di giorno o di notte? sono veloci o lenti? armati o no? Stanno vicino all’acqua o la temono? In base alla risposta a queste domande si può decidere già una prima linea d’azione: se, ad esempio, si nota che gli alieni evitano di stare vicino all’acqua è bene averne un sacco con sé e magari muoversi verso o il mare o un lago o un grosso corso d’acqua; se si muovono di notte significa che magari sono infastiditi dal sole e dalla luce quindi è bene munirsi di faretti e torce. Il piano d’azione sarà ovviamente diverso in basa ai comportamenti osservati.
  • Altro punto fondamentale è il mezzo di trasporto da usare. Veicoli grossi e robusti sono ideali per la comodità degli interni, la possibilità di caricare molta roba fra cui eventuali viveri e munizioni, sia perchè resistono bene a vari tipi di impatti.
  • Essere armati è un aspetto importante. Se si dispone di armi da fuoco e si sa come usarle, possono essere un buon metodo di difesa, sempre che gli alieni non siano a prova di proiettile (in quel caso meglio non sparare, si rischierebbe di attirare solo attenzione e di farli arrabbiare). Armi da taglio come coltelli ed accette possono essere utili come anche mazze o oggetti con cui colpire e difendersi in scontri ravvicinati. Tutto questo sempre che gli alieni non siano armati a loro volta con armi ben al di sopra del nostro livello tecnologico, in quel caso bisogna essere furbi e non rischiare troppo. Un’oggetto molto interessante che farebbe al caso nostro in una situazione di scontro sarebbe un bel lanciafiamme: come ci insegna la fantascienza (così come la storia) il fuoco monda tutto e gli alieni non sono da meno, avere un lanciafiamme o qualcosa per appiccare fuoco è un plus non da poco che può fare un’enorme differenza tra sopravvivere e soccombere, per cui magari per il black friday cercate in sconto un bel lanciafiamme, non si sa mai.
  • Se le cose iniziano a mettersi davvero male e non si ha a portata di mano un carro armato e/o un caccia parcheggiati in garage,  è bene avere un rifugio, magari interrato e magari con vie di fuga di emergenza ben rifornito di cibo e acqua e in cui sia possibile passare il tempo necessario perché la crisi aliena si risolva. Il rifugio deve essere robusto, nascosto, facilmente difendibile e accogliente e pieno di tutto ciò che serve… insomma, facile da trovare, no?
  • Quinto e ultimo punto non farsi prendere dal panico, ma cercare di ragionare, la sopravvivenza come ci insegna DMAX è una cosa figa, cagarsi sotto… no!

 

Per cui se gli alieni si prenderanno la briga di venirci a invadere state calmi, leggete questo articolo e seguite questi semplici consigli.

Nel caso abbiate ancora dei dubbi vi lascio i nomi di alcuni amici che hanno già avuto a che fare con gli extraterrestri e se la sanno giostrare bene, cercatevi il loro numero sull’elenco e fatevi aiutare da loro : Fox Mulder, Dana Scully e se proprio le cose si mettono male Ellen RIpley e R.J. MacReady.

Facebooktwitter

About The Author

Non sono mai stato sicuro che la morale della storia di Icaro dovesse essere: "Non tentare di volare troppo in alto", come viene intesa in genere, e mi sono chiesto se non si potesse interpretarla invece in un modo diverso: "Dimentica la cera e le piume, e costruisci ali più solide" Stanley Kubrick. Movie junkie, mi piace vedere il mondo dietro le lenti dei mie wayfarer da sole.